San Gabriele – S.p. 0 – 0

Under 13 ai quarti!!!!!!!
marzo 22, 2018
Pontecchio – S.p. 0 – 2
marzo 30, 2018

Il girone amatoriale over 35, in quanto punto più basso del calcio, dovrebbe non contemplare trasferte di millemila chilometri, ma tant’è e allora si decolla in direzione San Gabriele, ridente paesino che obiettivamente di ridente non ha un cazzo, ma almeno abbiamo la fortuna di andarci a fine marzo e non in inverno schivando un nebbione di quelli che puoi appoggiarci la bicicletta.
Detto questo, siamo in 13, e vista la distanza c’è puzza di “tirotto del Ponz”. Pochi ma volentieri.
Il Mister schiera un 4-3-3 timido così schierato:
Milos tra i pali, Sulley Beddo Lello Perez in difesa, Adri Paolino (cap) Ricky, Mocio Tibe Nacca. In panchina rimangono Zano e Max Piroddi in tenuta Tafazzi.
Aspettiamo che finiscano di raccogliere le patate ed entriamo in campo.
Loro non giocano affatto male, noi non giochiamo affatto bene, ma non ci sono occasioni eclatanti.
Però creiamo. Un tiro Mocio che finisce in macchina di Paolino, una punizione di Nacca che calcia di poco fuori dalla porta dello stadio di San Lazzaro una punizione procurata da Adri, un bell’incrocio ma centrale di Tibe su assist di Mocio e un tiro fuori di Ricky. Loro producono tanto ma rischiano di segnare solo su un lancio da lontano sventato da Milos e un colpo di testa tentato ma non impattato. 0-0 e tutti a bere un tè caldo.
Ma perché il tè caldo non lo fa più nessuno?
Nel secondo tempo la musica non cambia, loro hanno il pallino del gioco, soprattutto con cambi campo ed inserimento dei centrocampisti, noi cerchiamo molto il contropiede.
Volano stecche, come sempre Sulley legna come se non ci fosse un domani, il campo è pesante e anche Lello fa bella figura, e già questa è una vittoria.
L’arbitro, che nel primo tempo arbitra bene, nel secondo entra bendato e le sbaglia quasi tutte, per fortuna perchè forse poi due rigorini causati dai selezionatori Zano-Lello ci potrebbero stare.
Poi l’occasione che non ti aspetti.
Palla per Tibe che con una giravolta che neanche Heather Parisi nel 1983 server Perez in contropiede.
L’uomo giusto al posto sbagliato.
Stop, a seguire, tiro. Fuori.
Decisamente più forte sotto porca che sotto porta.
E’ un assedio, creiamo qualcosa con qualche ripartenza e cerchiamo di portare a casa la pellaccia.
Occasione clamorosa per il San Gabriele, che colpevole l’arbitro (fuorigioco netto), porta due attaccanti a 10 cm (seriamente, 10 cm) dalla porta. Ma si pestano i piedi e a porta vuota riescono a sbagliare.
Rimane il tempo per un liscio di Zano all’ultimo secondo dell’ultimo minuto di recupero che rischia di farci venire uno scarabaccino.
Terza partita senza subire gol, e giovedì si gioca già a Pontecchio Marconi per l’ultima di andata. A fine marzo.
Già pregustiamo il girone di ritorno che finirà il 14 agosto a Riccione.

Vi lascio con un signor video.
C’è chi ha fatto peggio.